ChatGPT per la SEO, quali sono i vantaggi e le limitazioni delle sue funzioni

ChatGPT per la SEO: vantaggi e limitazioni

Nelle ultime settimane si è sentito molto parlare della ChatGPT e, in generale, dei progressi nel campo dell’intelligenza artificiale. In poco tempo il progetto è finito sulla bocca di tutti e le teorie sul suo utilizzo sono aumentate a dismisura.

In campo SEO, la nuova chat basata sul sistema GPT ha fatto molto discutere. I vantaggi sembrano infiniti ma ci sono altrettante limitazioni nascoste dietro l’angolo. In questo articolo cercheremo di far luce sulle possibilità di utilizzo della ChatGPT per la SEO e sui relativi svantaggi.

Cos’è la Chat GPT

ChatGPT nasce da un progetto dell’azienda no-profit OpenAI, molto conosciuta per le sue ricerche nell’ambito dell’intelligenza artificiale. In un progetto precedente, OpenAI ha dato vita ad un sistema in grado di generare testi chiamato GPT-3.

ChatGPT è una chat istantanea che permette agli utenti di porre quesiti più o meno complessi all’intelligenza artificiale GPT. La chat è in grado di generare frasi e testi coerenti con il contesto utilizzando un’enorme quantità di dati e milioni di parametri differenti.

Il suo funzionamento è basato sulla predizione della parola successiva in una frase. Quindi, maggiore è la quantità di dati con cui viene addestrata, maggiori saranno le attività che sarà in grado di fare.

In termini pratici, si comporta come un umano in fase di apprendimento. Utilizzando delle nozioni, possiamo infatti svolgere delle attività, anche se nessuno ci ha specificatamente spiegato come farle.

Ma in che modo tutto questo si relaziona alla SEO?

ChatGPT per la SEO

Dal momento che ChatGPT è in grado di generare testi su qualsiasi argomento e seguendo qualunque indicazione fornita dall’utente, è facile immaginare come molti abbiano provato a sfruttarla per creare articoli in ottica SEO.

Ma non è tutto, il progetto ha dimostrato come possa essere possibile discutere di eventuali problemi tecnici direttamente con la chat, capace di restituire in risposta delle probabili soluzioni.

Ma vediamo nello specifico le diverse funzioni della ChatGPT applicata alla SEO. Per ognuna di esse vi mostreremo i pro e i contro.

ChatGPT e funzionalità da applicare in campo SEO

ChatGPT per creazione di contenuti SEO

Quella della creazione di contenuti sembrerebbe la funzione più immediata e utile per gli utenti. Tuttavia, nonostante i vantaggi che potrebbe fornire, ci sono diversi problemi su cui riflettere.

Vantaggi

ChatGPT è in grado di scrivere testi e saggi su argomenti di ogni genere sfruttando le informazioni su cui è stata addestrata. Questo potrebbe rivelarsi un gran vantaggio per velocizzare la creazione di testi attraverso una selezione mirata degli argomenti da trattare e delle fonti da citare.

Tuttavia, l’utilizzo della ChatGPT per la creazione di contenuti è la funzionalità che riscontra il più gran numero di problemi.

Svantaggi

Abbiamo più volte parlato dell’importanza dei contenuti di valore e di come ogni testo dovrebbe essere il più possibile dettagliato e affidabile. Il sistema utilizzato da ChatGPT, ossia la predizione sequenziale delle parole in una frase, è chiaramente impreciso rispetto ad un testo scritto con consapevolezza da un esperto del settore.

C’è inoltre da considerare che attualmente il progetto è in versione beta e presenta diversi difetti riguardanti:

  • Errori grammaticali
  • Risposte fuori contesto o prive di logica

Inoltre, va tenuto in conto che questo sistema di AI è programmato per evitare alcuni tipi di contenuto, come la violenza e il sesso esplicito. Si tratta di pregiudizi incorporati, ossia l’impossibilità di valutare con oggettività determinate tematiche con sfumature negative.

Infine, va detto che ChatGPT non è in grado di accedere ai dati presenti in rete, ma può sfruttare solo le informazioni presenti nel suo database. Questo implica che, attualmente, la chat non possiede alcuna informazione ad eventi successivi al 2021.

ChatGPT per discutere di argomenti SEO

Come abbiamo detto, la ChatGPT non è un semplice generatore di testo ma un sistema di messaggistica istantaneo. In tal senso, è possibile intavolare una discussione con l’intelligenza artificiale GPT per rispondere a determinati quesiti in campo tecnico.

Per quanto riguarda questa funzione, la chat non sembra avere problemi rilevanti in confronto ai vantaggi in grado di apportare.

Infatti, sono state svolti dei test per comprendere come l’intelligenza artificiale GPT reagisse in contesti SEO, per la risoluzione logica di alcuni problemi.

Il test ha dimostrato che ChatGPT è in grado di sostenere una discussione su argomenti tecnici e che è in grado di trovare soluzioni coerenti a problemi di natura SEO.

Ad esempio potresti discutere con la chat di un problema di indicizzazione di un sito e trovare così soluzioni alternative alle quali potresti non aver pensato. Insomma, un po’ come avere un assistente qualificato in grado di darti un punto di vista differente su alcune tematiche.

ChatGPT per risolvere problemi di natura SEO

ChatGPT per generare o modificare il codice

La modifica del codice di un sito web rientra nell’ambito della SEO tecnica ed è una delle funzionalità più interessanti della ChatGPT.

Il sistema di AI è infatti in grado di revisionare il codice sorgente di un sito web e di individuarne gli errori. A quel punto, sotto specifica richiesta, la chat può proporre delle possibili soluzioni al problema.

ChatGPT non è solo in grado di sistemare gli errori del codice ma anche di generarlo seguendo specifiche indicazioni. Ma ciò non vuol dire che puoi utilizzare il sistema per creare un intero sito web, o comunque non ancora.

Le indicazioni che dovresti fornire sarebbero troppo dettagliate e devono quindi essere fornite da un esperto del settore. Ciò non toglie che potrebbe aiutare nella velocizzazione delle operazioni degli sviluppatori.

ChatGPT per modifiche SEO dei testi

Un’altra funzionalità interessante è quella di poter fare piccole modifiche a testi già esistenti, migliorandone la SEO. Anche questo, sembra essere un utilizzo intelligente della ChatGPT e non presenta gravi svantaggi.

Ad esempio, potresti chiedere alla chat di sostituire il testo di ancoraggio con uno più appetibile per gli utenti. I test hanno dimostrato come l’intelligenza artificiale GPT sia stata in grado di generare una soluzione coerente e originale.

Un altro utilizzo approvato da Google è quello di utilizzare l’AI per generare testi per meta descrizioni. Ovviamente esse andranno revisionate per stabilire se siano effettivamente in linea con lo scopo desiderato.

Passiamo infine all’unica pecca, se si può definire tale, ossia la necessità di fornire a ChatGPT informazioni estremamente dettagliate. Infatti, affinché il testo generato sia originale, è importante fornire al sistema quante più indicazioni possibile. In caso contrario, la chat potrebbe generare testi simili ad altri e quindi poco performanti dal punto di vista SEO.

Questo difetto ci porta ad analizzare due problematiche della ChatGPT per la SEO:

  • la generazione di testi non originali
  • la violazione delle linee guida di Google
ChatGPT per modificare testi già esistenti e migliorarli dal punto di vista SEO

Generazione di testi non originali

Come abbiamo specificato poco fa, ChatGPT ha bisogno di indicazioni molto dettagliate per produrre contenuti accettabili dal punto di vista dell’originalità.

Lasciando che sia l’intelligenza artificiale a decidere tutto, è stato dimostrato che i testi generati sono differenti dal punto di vista morfo-sintattico, ma estremamente simili nei contenuti.

Questo vuol dire che tali post o articoli non avranno nulla di unico rispetto a quelli già presenti sul web.

Se pensiamo che l’obiettivo di Google è quello di mostrare agli utenti i contenuti più originali, capiamo subito che saremmo inevitabilmente svantaggiati in tal senso.

Violazione delle linee guida di Google

Riguardo all’utilizzo della ChatGPT per la creazione di articoli SEO, va segnalato che i contenuti creati con AI sono facilmente rilevabili da Google.

Infatti, oltre al fatto che ogni testo generato con la chat è segnato con una filigrana nel codice, va tenuto in conto che Google possiede i suoi sistemi anti-spam. Questi ultimi consistono in algoritmi ma anche in persone fisiche che analizzano costantemente le pagine web.

Non è ancora certo che gli algoritmi siano in grado di individuare ogni testo creato con AI, ma è inconfutabile che il team anti-spam possa farlo. Pertanto, se sul tuo sito venisse individuato un testo scritto con ChatGPT, andrai senza dubbio incontro ad una penalizzazione da parte di Google.

Lo stesso Webmaster di Google, John Mueller ha precisato che i contenuti scritti AI rientrano nella categoria dei contenuti generati automaticamente. Questo comporta un’azione manuale sulla pagina web in questione e l’esclusione dai risultati di ricerca.

Conclusioni

In conclusione possiamo affermare che la ChatGPT è un grande passo avanti nel campo dell’intelligenza artificiale ma va usata con criterio.

Sfruttarla per riassumere contenuti, facilitare il lavoro di analisi e ottimizzare la ricerca di soluzioni a problemi è una buona idea. Ma pensare di lasciare nelle sue mani tutto il lavoro di scrittura di testi complessi è assolutamente sconsigliato.

Ricorda che uno strumento come ChatGPT può essere di grande aiuto ad un esperto ma può rivelarsi un’arma a doppio taglio nelle mani di un neofita. Per questo motivo, prima di affidare il tuo sito web ad un sistema di AI, pensa alle conseguenze e valuta i vantaggi che potresti ottenere rivolgendoti ad un esperto del settore.

Iscriviti alla newsletter!

Ogni mese riceverai una Fox-Letter in cui parliamo di casi studio, consigli per il tuo sito web e novità nel settore!

Iscriviti e ricevi in regalo un PDF sulle basi della Ricerca Keyword!

Ti consigliamo anche…

Informazioni sull'autore

Torna in alto